Preloader

TESTIMONIANZE

Meri

Mi dà una carica... che riesco a trascorrere tutta la settimana benissimo. A parte che fa uscire la bambina che c’è ancora in me nonostante l'età, e cerco di trasmettere questo anche alla mia famiglia. Mi sono accorta che anche io, essendo aperta di carattere, mi sono aperta ancora di più verso le altre persone.

Udine, Italia

Norma

Mi sono trovata benissimo, mi sono rilassata, la mia giornata è più bella e mi trovo bene. Quando vado via di qua, per tutto il giorno cammino in punta di piedi perché mi sembra di essere sollevata.

Udine, Italia

Lina

Mi influenza molto (Biomusica) perché io non sono un tipo molto allegro, ma quando vengo qui, soprattutto con i giochi, divento veramente bambina e vado a casa con il sorriso che difficilmente ho. Quando facciamo gli esercizi mi sento dentro, sento veramente, che dentro di me c'è una ricchezza che aumenta sempre di più per farmi stare bene. Infatti, io aspetto il giorno per arrivare qui ed avere questa gioia che mi serve moltissimo, anche per portarlo a casa e anche alle persone, perché faccio volontariato e cerco di essere veramente sorridente e positiva.

Udine, Italia

Milvia

Quando ho partecipato per la prima volta ho capito in cosa consisteva e ho visto che a me serve proprio questo piccolo spazio. Il mercoledì lo tengo proprio per me, per dedicarlo a Biomusica. Mi rilassa, sono più socievole con le persone e la giornata del mercoledì è una giornata speciale. Gli altri giorni sono arrabbiata se ho qualche problema, ma il mercoledì non vedo l'ora di venire per partecipare. Sono veramente contenta. Mi ha lasciato una tranquillità interna. Insomma, sono felice di partecipare.

Udine, Italia

Beatriz Kremmer

I nonni, in genere, si vedono molto contenti e ringraziano l’attività con Biomusica. Le loro età oscillano tra i 75 e 100 anni. Mi dicono, ad esempio “da quando faccio questo ho recuperato i movimenti" (Susana, in sedia a rotelle), “Ma che bel momento abbiamo passato " (Pepa, 83 anni, canta, balla, recita, anche se è quasi cieca). L’esperienza più forte fu quando ho fatto il mio primo intervento e un nonno, che non reagiva per niente (ha l’Alzheimer) si mise in piedi e cominciò a ballare…

Operatrice in Biomusica applicata alla terza età. Trelew, Patagonia Argentina

Dott.ssa Alicia Suarez

I medici mi dissero “hai un Parkinson e la tua spina è rotta… e punto”. Allora io pensai che tutte queste cose fossero statiche e che dovevo sommettermi a esse. Credo che Biomusica può far sentire le vibrazioni di certe musiche su determinati organi. E anche che è un sistema di aiuto molto importante perché porta alla persona a raggiungere il suo scopo.

Medico clinico. Allen, Rio Negro, Argentina

Rita Navarro

Mi sentivo molto triste, senza voglia di vivere, volevo morire. Mi faceva male tutto il corpo. Poi sono arrivata qua e, grazie a Dio, con gli esercizi e la Biomusica, mi sono sentita bene.

San Francisco del Rincón, Guanajuato, Messico

María Asunción Valadez

Era morto mio figlio, ed io ero puro pianto. Inoltre, sono diabetica, Mi si alzava e mi si abbassava la pressione arteriale. Biomusica mi fece sentire tranquillità. Oggi il mio livello di zuccheri e la mia pressione sono sotto controllo. Biomusica toglie il dolore e la tristezza, sentimenti che una porta nel corpo.

San Francisco del Rincón, Guanajuato, Messico.

Rosa María García García

Mi sento più leggera, cammino di più, è come se la spina dorsale si fosse raddrizzata. La gente dice che mi vede più allegra. Anch’io mi sento così.

Distrito Federal, Messico

Dott.ssa Stefania Pascut

Lavoro per il Comune di Udine e sono la responsabile dell’ufficio del progetto Città Sana, un progetto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (O.M.S.) per la promozione della salute nella città, che vuole proprio riunire le persone over 65 insieme, fare delle attività, prevenire la demenza e il decadimento cognitivo e soprattutto socializzare. Il percorso della Biomusica è stato davvero uno dei più apprezzati. Questo perché, veramente, le persone quando vengono qua si sentono in qualche modo rivivere, si sentono di poter condividere esperienze insieme, tornano bambini e, quindi, riescono veramente a tirare fuori il meglio di loro. Il Comune, da questo, ha recuperato veramente un approccio con le persone anziane, che le valorizza come risorse per la comunità, previene il decadimento cognitivo e migliora l'aspettativa di vita sana, che è uno degli obiettivi principali del progetto Città Sana. Speriamo di poter sperimentare la Biomusica con molti altri. Grazie a chi ha elaborato questa nuova tecnica di socializzazione tra le persone.

Responsabile Progetto O.M.S. 'Città Sane'. Comune di Udine, Friuli, Italia

Anna Maria

Il risultato per me è stato, direi, proprio ottimale perché io sono una persona timida e quindi sono riuscita molto -anche se non completamente- a vincere questa timidezza. Un altro aspetto che per me è stato di grandissima utilità è che, dopo avere frequentato questi corsi, mi sono fortificata, nel senso che riesco ad affrontare varie situazioni, anche della quotidianità, con più sicurezza. Un'altra cosa importante è come si svolge il corso. Mi piace che ci sia questa prima parte giocosa, divertente e poi quella degli esercizi che su di me hanno un bellissimo effetto, soprattutto perché riesco a visualizzare quello che mi viene detto e suggerito, e quindi lo sento con molto effetto su di me.

Udine, Italia